AMICI DI LUPUS

DIETA IPOPROTEICA NELLA INSUFFICIENZA RENALE CRONICA

« Older   Newer »
view post Posted on 25/6/2004, 14:40          

Group:
Administrator
Posts:
2,994
Reputation:
0

Status:


DIETA IPOPROTEICA NELLA INSUFFICIENZA RENALE CRONICA Raccomandazioni ai Pazienti per la corretta esecuzione di una Dieta Ipoproteica nella Insufficienza Renale Cronica. Caro paziente, come già saprà la sua alimentazione è un fattore molto importante nel trattamento della sua malattia. Il rene infatti svolge una azione depurativa sul nostro organismo controllando sia l’eliminazione delle scorie azotate derivanti dalle proteine sia quella dei sali minerali introdotti con l’alimentazione. Nel caso in cui il rene lavori poco è necessario ridurre il contenuto proteico della dieta per evitare che l’urea, prodotto finale del metabolismo proteico, e altri metaboliti azotati, si accumulino nell’organismo. Quando l’urea si accumula in eccesso nel sangue è possibile dosarla con un esame chiamato azotemia. Per questo motivo la dieta deve ridurre la quantità di proteine introdotte fornendo contemporaneamente il quantitativo minimo necessario al bilancio proteico. Nello stesso tempo la dieta deve essere ricca in calorie perché l’organismo non “mangi” le sue stesse calorie o consumi a scopo energetico le proteine. Infine le proteine introdotte devono essere di elevato valore biologico (in, altre parole, devono contenere tutti gli aminoacidi) perchè la assenza anche di uno solo di questi porterebbe alla utilizzazione, a scopo energetico, delle proteine che vengono cosi’ distolte dal ruolo fondamentale di mattoni dell’organsimo. Dato che quasi tutti i cibi (la carne, il pesce, le uova, il latte, il pane, la pasta, l’affettato, …) contengono una certa quantità di proteine, si incontra una grossa difficoltà quando si deve formulare una .. segue su clicca qua

Edited by alfonso1953 - 17/11/2010, 14:38

Non Ti Arrendere Mai!Don't Ever Give Up!
 
PM Email  Top
view post Posted on 25/6/2004, 14:42          

Group:
Administrator
Posts:
2,994
Reputation:
0

Status:


La patologia - la dieta iposodica parte prima - il sodio. Il sodio tende a trattenere l'acqua nei tessuti. Quindi, aumenta la quantità di liquido contenuto nei vasi sanguigni (aumentando la pressione sanguigna e la massa di sangue) o che imbeve i tessuti, generando edemi. Quando si riscontrano degli edemi (il corpo trattiene liquidi che generano gonfiori) occorre sempre ricercarne la causa. In diverse circostanze viene spesso consigliata una dieta povera di sodio. Occorre ricorrere sia ad alimenti poveri di sodio che di cloruro di sodio (sale da cucina). E' molto importante non limitarsi al sale da cucina, ma pensare al sosio in generale, perchè gli alimenti che contengono sodio (anche se non sotto forma di sale) sono una sorgente importante di ione Na. Un grammo di sale contiene 17 mEq di sodio, una dieta con 10 grammi di sodio corrisponde ad una dieta che contiene soli 4 grammi di Na. b>La dieta iposodica è spesso indicata 1-nelle cardiopatie, o meglio nell'insufficienza cardiaca, quando occorre "alleggerire" il cuore dal pompare una grande massa di sangue. 2-nelle sindromi nefrosiche o in altre malattie del rene, in cui diminuisce il filtrato e i liquidi tendono a rimanere nel corpo. 3-in alcune situazioni, dove vi sono alterazioni ormonali o cure con ormoni surrenali (cortisoni e simili)
4-nell'ipertensione, malattia grave e diffusissima (vedi la pagina relativa cliccando qui). parte seconda - la dieta iposodica 1-RIDURRE IL SALE DA CUCINA Primo passo. Per prima cosa occorre ridurre l'impiego del sale da cucina (cloruro di sodio) sia quando si cucina che a tavola (per insaporire verdure ecc). Il sale può essere ridotto o può essere sostituito da preparati che si trovano nei supermercati "a basso tenore di sodio). Diverse informazioni sulla riduzione del sale da cucina e sul tenore di sodio sono contenute anche nella pagina dedicata all'ipertenzione (clicca qui se vuoi accedervi) 2-EVITARE I CIBI CHE CONTENGONO MOLTO SODIO Secondo passo. Oltre ad eliminare il sale da cucina, occorre spesso ridurre anche i cibi che vengono confezionati con una quantità consistente di sale o comunque ricchi di sodio. Tra questi ricordiamo: - i formaggi
-pesce in scatola (sardine, tonno...), essiccato o salato (il sale viene usato anche per il ghiaccio usato per il pesce fresco) - cibi in salamoia - prosciutto e salumi in genere - le uova - i frutti di mare - latte e drivati (yoghurt, burro, panna...) - bevande alcooliche (liquori, vino, birra...)
- alcune verdure come barbabietole, carciofi, cavoli e cavolfiori, carote, cipolle, spinaci, finocchi, sedano. -Molti prodotti in commercio contengono una notevole quantità di sodio, perchè vi viene aggiunto del sale. Verificate sull'etichetta di conserve e sottaceti, maionese e minestre... e vedrete che ormai si sala quasi tutto, dalle cipolline sottaceto ai cioccolatini. Da segnalare anche la presenza considerevole di sale in molti farinacei (dal pane comune alla pasticceria). vai su clicca qua La patologia la dieta iposodica LA DIETA IPOSODICA
clicca qua


Edited by alfonso1953 - 17/11/2010, 14:40

Non Ti Arrendere Mai!Don't Ever Give Up!
 
PM Email  Top
view post Posted on 28/6/2004, 12:12          

Group:
Administrator
Posts:
2,994
Reputation:
0

Status:


OBIETTIVI DELLA TERAPIA DIETETICA 1. RALLENTARE L’EVOLUZIONE DELLA INSUFFICIENZA RENALE; 2. RAGGIUNGERE IL PESO IDEALE E MANTENERE UN BUONO STATO NUTRIZIONALE; 3. CONTROLLARE L’IPERTENZIONE ARTERIOSA, SE COESISTE; 4. PREVENIRE E7O CONTROLLARE IL DISMETABOLISMO LIPIDICO; 5. CONTROLLARE L’OSTEODISTROFIA UREMICA. Le malattie renali croniche, pur nella loro diversità, hanno quasi sempre una tendenza evolutiva. Un’alimentazione sbagliata o eccessiva può generare “superlavoro” per il rene malato e può essere causa di un rapido peggioramento funzionale. Lo schema dietetico che viene consigliato è stato messo a punto per diminuire tale “superlavoro”. Seguire un regime dietetico corretto sicuramente rallenta l’evoluzione della insufficienza renale. I PUNTI CARDINE DELLA DIETA SONO: 1. Ridurre le proteine animali e vegetali (carne, pesce, latticini, uova, pane e pasta) Solitamente nel nostro paese si è abituati a consumare troppe proteine. In particolare se il rene è malato, è necessario ridurre l’apporto proteico proporzionalmente ai livelli di funzionalità renale, per evitare un sovraccarico di lavoro al rene stesso. In questa dieta viene ridotta maggiormente la quota proteica di origine vegetale rispetto a quella animale, poiché queste ultime sono più utili per un corretto metabolismo. 2. Regolare l’apporto calorico per raggiungere il peso ideale ed un miglior stato nutrizionale. Obesità e malnutrizione sono fattori di rischio aggiuntivi per i pazienti neuropatici cronici. 3. Regolare l’apporto di sodio (sale da cucina) a seconda delle indicazioni fornitevi, per meglio controllare la pressione arteriosa, ove necessario. 4. Ridurre l’apporto di fosforo (contenuto principalmente nei derivati del latte). Il fosforo è una sostanza tossica per il rene malato. Solo seguendo con attenzione e precisione tutte le indicazioni dietetiche consigliatevi, la dieta descritta può avere l’effetto terapeutico sperato. NORME DA SEGUIRE NELLA DIETA PER PAZIENTI NEFROPATICI ALIMENTI: Gli alimenti vanno pesati crudi, al netto degli scarti (la frutta deve essere pesata senza buccia); • il peso in grammi di tutti gli alimenti e le loro sostituzioni vanno rigorosamente rispettati; • la pasta aproteica deve essere conta in acqua abbondante (2 litri per 100 gr di pasta) e condita poi a piacere; • il pane aproteico può essere preparato a casa con l’apposita miscela, seguendo le istruzioni della confezione. • Con la stessa farina si può preparare la focaccia o la pizza che può essere un alternativa al primo piatto. • Il pesce fresco deve essere sciacquato in abbondante acqua corrente perché a volte viene tenuto in acqua salata oppure sotto ghiaccio e sale prima della vendita. • A scopo di condimento si possono utilizzare senza limiti aceto, sedano, erbe aromatiche (basilico, prezzemolo, lauro, maggiorana, origano salvia e rosmarino)aglio, cipolla, salsa di pomodoro. • La quantità di sale da cucina da aggiungere giornalmente agli alimenti e l’eventuale utilizzo di sostitutivi del sale comune, va espressamente autorizzato dal medico specialista; • Lo schema dietetico è indicativo ed è possibile invertire gli alimenti del pranzo con quelli della cena. E’ comunque indispensabile rispettare le quantità giornaliere di alimenti senza togliere o aggiungere alcun alimento. BEVANDE: • Durante la giornata non ci sono limitazioni all’assunzione di acqua (se non indicato espressamente dal medico); • Concessi caffè e tè leggeri. • Previa autorizzazione del medico è consentito di vino o di birra (in quantità moderate). SCHEMA DIETETICO PER PAZIENTI CON ISUFFICIENZA RENALE normocaloria e ipofosforica con :
CREATININA 1,5 – 2,5, PESO 55 – 60 KG. 0,85 g. pro kilo die, di cui 0,5 animali COMPOSIZIONE BROMATOLOGICA DELLA DIETA
Protidi g 47,7 (11%)
Lipidi g 57,3 (34%)
glucidi g 265,5 (55%)
Calorie 1707
NA mg 226
K mg 1733
P mg 747
Salvo diversa indicazione del medico. CATEGORIA DEGLI ALIMENTI CONSENTITI PASTA O RISO
VERDURE tipo 1
Asparagi, carciofi, cardi, cetrioli, cipolla, crauti, finocchi, zucca, insalate, melanzane peperoni.

CARNE (scegliere le parti più magre e meno innervare)
Agnello, manzo, cavallo, coniglio, maiale, pollo,tacchino, vitello, capretto, faraona.

PESCE FRESCO O SURGELATO (sciacquare in acqua fresca prima della cottura)
cernia, dentice, merlusso, nasello, ombrina, orata, polpo, seppia, sogliola, tonno fresco.

IN ALTERNATIVA UOVA O YOUGURT

FORMAGGI
Bel paese, Caciotta fresca, philadelphia light, stracchino, mascarpone, fior di latte, mozzarella, ricotta fresca di vacca, ricotta romana di pecora, gorgonzola ricotta, scamorza.

OLIO
di mais, di girasole, di oliva (preferibilmente crudo), di arachidi, di soya.

CONDIMENTI
Aceto, sedano, erbe aromatiche (basilico, prezzemolo, lauro, maggiorana, origano, salvia, rosmarino), aglio e cipolla, salsa di pomodoro.

FRUTTA DI TIPO 1
Mele, pere, fragole, cocomero fragole, limoni, mandarini
CATEGORIA DEGLI ALIMENTI DA USARE CON MODERAZIONE
Verdure tipo 2 (vegetali con maggior percentuale di Potassio)
Barbabietole, bieta, broccoli, broccoletti, carote, cavolfiori, cavoletti di Bruxelles, cicoria, fagiolini, funghi, invidia, lattuga, pomodori, porri, radicchio, rape, ravanelli, patate, sedano, zucchine

LEGUMI
Fagioli, ceci, lenticchie

FRUTTA DI TIPO 2 ( hanno più potassio)
arance, ananas, cachi, ciliegie, fichi freschi, more, melone e pompelmi, susine, prugne, uva, amarene, pompelmo


ALIMENTI ASSOLUTAMENTE VIETATI

VERDURE TIPO 3 (vietati)
Ogni tipo di verdure in scatola

CARNE
Tutti i salumi e gli insaccati in genere, carne in scatola e di rado insaccati e cacciagione

PESCE
Pesce in scatola e tonno in scatola o baccalà o affumicato o essiccato

FORMAGGI
Emmenthal, grana, groviera, pecorino.

CONDIMENTI
Salse conservate, maionese commerciale, mostarda di senape.

DOLCI
Budini, cioccolato, creme, dolciumi in genere (confezionati con farina, latte e uova)

FRUTTA DI TIPO 3
albicocche, banane, castagne.

SONO INOLTRE VIETATI
Dadi da brodo, estratti di carne,
olive, tutti quegli alimenti conservati in salamoia, sotto sale o sott’olio
liquori, bevande alcoliche,
il caffè forte
frutta secca (fichi secchi, noccioline, mandorle etc etc) e farinose






MENU’ TIPO

ALIMENTO .......................................................................QTA’ in gr.... ...............................POSSIBILI SOSTITUZIONI

COLAZIONE


• Latte intero o scremato........................................100
Con aggiunta di tè, caffè leggero o caffè d’orzo)
• zucchero o miele..................................................10
• fette biscottate.....................................................20
• marmellata o miele...............................................30...........................GELATINA DI FRUTTA (GR 30)



META’ MATTINA

FRUTTA DI TIPO 1 E 2........................................................150



PRANZO

Pasta.................................................................................60 Riso (gr 70)

Carne...............................................................................100 • Pesce (gr.130)

......................................................................................................• Legumi freschi o surgel.
...............................................................................................................- Piselli o fagioli (gr 280)
...............................................................................................................- Fave (gr 450)
.......................................................................................................• Legumi secchi
...............................................................................................................- Lenticchie (gr 90)
...............................................................................................................- Fave (gr 80)
...............................................................................................................- Soia (gr 50)
...............................................................................................................- Fagioli o ceci (gr 120)

Verdura tipo 1....................................................................200..................Verdura tipo 2 gr.100 (max 2
................................................................................................................volte x settimana
Pane...................................................................................40................... Grissini (gr 40)
olio




MERENDA

• Tè leggero.........................................................Q.B.
• zucchero o miele................................................. 10
• fette biscottate......................................................20



CENA

Pasta..................................................................................30...................................Riso (gr 40)

............................................................................................................................IN ALTERNATIVA
Uovo n.r. (max 1 voltaXsett.)......................................50.................• Pesce (gr.90)
.....................................................................................................................Riducendo la carne del pranzo
...............................................................................................................• Formaggi (gr 40)
......................................................................................................................Massimo due volteXsett.
...............................................................................................................•Prosciutto crudo dolce e magro gr50

Verdura tipo 1......................................................................200.........Verdura tipo 2 gr.100 (max 2 volteXsett.)
Pane.....................................................................................40........................Grissini (gr 40)
Olio

Frutta tipo 1 o tipo 2..............................................................30


NB

DURANTE LA GIORNATA SI POSSONO AGGIUNGERE PASTA O BISCOTTI APROTEICI NELLA QUANTITA’ DESIDERATA



ALTRI ALIMENTI IN AGGIUNTA CONSENTITI
CANDITI, MIELE, CARAMELLE, COCA COLA, BIRRA, VINO, APERITIVI MARSALA, TÈ E CAFFÈ LEGGERO






Edited by alfonso1953 - 17/11/2010, 14:44

Non Ti Arrendere Mai!Don't Ever Give Up!
 
PM Email  Top
view post Posted on 28/6/2004, 14:31          

Group:
Administrator
Posts:
2,994
Reputation:
0

Status:


Nel caso in cui le informazioni trovate Vi suggeriscano di cambiare modo di alimentarVi, siate saggi e maturi e prima di modificare qualche cosa parlatene sempre e comunque con i vostri Medici Specialisti e con un Dietologo. Un sito dove è possibile trovare * un data base con la composizione degli alimenti; * una serie di indicazioni su come ci si deve alimentare in base alla
patologia che sia ha. etc FONTE clicca qua
*


Edited by alfonso1953 - 17/11/2010, 14:45

Non Ti Arrendere Mai!Don't Ever Give Up!
 
PM Email  Top
3 replies since 25/6/2004, 14:40